Main Page Sitemap

Mussolini vincere e vinceremo testo


Da quanto vi ho detto, balza evidente che non solo la coalizione nemica non ha vinto, ma che non vincerà.
Minimizzare la perdita di territori, conquistati e tenuti a prezzo di sangue, non è una tattica intelligente, ma lo scopo della guerra non è la conquista o la conservazione dei territori, bensì la distruzione delle forze nemiche, cioè la resa e quindi la cessazione delle.
Ora che i dadi sono gettati e la nostra volontà ha bruciato alle nostre spalle i vascelli, io dichiaro solennemente che lItalia non intende trascinare altri popoli nel conflitto con essa confinanti per mare e per terra.
Noi vogliamo difendere, con le unghie e coi denti, la valle del Po (grida: «Sì!LE cause / secondo argomento, cause onore, interessi, avvenire, impegni un grande popolo non fugge davanti alle prove che la storia gli propone e che ne segnano il corso - IL coraggio degli italiani.Non si tratta, intendiamoci bene, di un giudizio in sede di revisione storica, e, meno che mai, in qualsiasi guisa, giustificativa.Il popolo italiano al sud dell'Appennino ha l'animo pieno di cocenti nostalgie.E vinceremo, per dare finalmente un lungo periodo di pace con giustizia allItalia, allEuropa, al mondo.La Germania è in grado di resistere e di determinare il fallimento dei piani nemici.Vi ringrazio comunque di usare un guanto di velluto precisando che non vedeva in Ciano un nemico, né poteva considerare tale alcun italiano e concludendo che «I tedeschi sono padroni duri, ve ne accorgerete anche voi.Churchill voleva che la zona d'influenza riservata alla democrazia nell'Occidente europeo fosse sussidiata da un patto tra Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda, Norvegia, in funzione antitedesca prima, eventualmente in funzione antirussa poi.Il giudizio di Churchill sull'ingresso dell'Italia nel conflitto bellico e sull'operato di Mussolini fu affidato al commento pronunciato a Radio Londra : 1 «Questa è la tragedia della storia italiana.
A b c d Simonetta Fiori, Mussolini e il 10 giugno del 1940: il discorso che cambiò la storia d'Italia, in Repubblica, b Stefano Poma e Galeazzo Ciano, Diario : Edizione integrale, Galeazzo Ciano, isbn.
La parola "fedeltà" ha un significato profondo, inconfondibile, vorrei dire eterno, nell'anima tedesca, è la parola che nel collettivo e nell'individuale riassume il mondo spirituale germanico.Nel periodo tumultuoso sognare di tagliare capelli da sola di transizione dell'autunno e inverno 1943 sorsero complessi militari più o meno autonomi attorno a uomini che seppero, col loro passato e il loro fascino di animatori, raccogliere i primi nuclei di combattenti.Di fronte al parere contrario dei propri collaboratori (.Prima conclusione, personificazione dell'italia in piedi, forte, fiera e compatta per la terza volta in un conflitto dopo Etiopia e Spagna (richiamo a conflitti già vinti) pronta alla guerra.Il gioco è fallito e Churchill deve, per dirla all'inglese, mangiarsi il cappello e, pensando netflix promo codes january 2018 all'entrata dei Russi nel Mediterraneo e alla pressione russa nell'Iran, deve domandarsi se la politica di Casablanca non sia stata veramente per la «vecchia povera Inghilterra» una politica fallimentare.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap